• +39.0961.764755
  • ngt.testcz@gmail.com

Lo sfondellamento dei solai, un problema diffuso

Lo sfondellamento dei solai, un problema diffuso

Al fine di garantire l’incolumità delle persone che fruiscono degli Edifici Pubblici presenti nella città, quali ad esempio scuole, Uffici Comunali, Ospedali, Caserme etc, una prima indagine non invasiva che si dovrebbe eseguire è quella relativa al distacco dell’intonaco e allo sfondellamento dei solai.

Lo sfondellamento dei solai, ossia il cedimento dei blocchi di laterizio interposti tra i travetti, è un inconveniente molto diffuso nei solai in laterocemento, in particolar modo in quelli realizzati tra gli anni Quaranta e Settanta.

Il fenomeno non comporta, generalmente, una perdita di stabilità del solaio nel suo complesso né una riduzione significativa della sua capacità portante, ma costituisce un grande pericolo per le vite umane e per le cose, in quanto il solaio cadendo circa da 3 m di altezza può colpire anche mortalmente.

Lo sfondellamento è causato da una scarsa o meglio quasi inesistente manutenzione negli anni della struttura, dal possibile incremento dei carichi sui solai (cambi di destinazioni d’uso), possibile presenza di acqua proveniente dalle tubature o da infiltrazioni dalle facciate.

Per prevenire tali fenomeni all’interno di strutture bisognerebbe eseguire indagini termografiche al fine di monitore lo stato di degrado dei solai.

La società NGT-TEST s.r.l. ha eseguito l’Indagine Termografica per la ricognizione e la verifica dei solai di un importante edificio pubblico di natura strategica nella città di Catanzaro.

Da una indagine diffusa su tutti i solai si è potuto rilevare che quanto emerso nella lettura delle immagini ad infrarosso, che hanno messo in evidenza una dispersione termica anomala coincidente con uno stato di notevole degrado, è stato successivamente confermato dall’indagine di battitura manuale sollecitando il plafone con colpi regolari mediante un’asta, ed al fine di evitare situazioni di pericolo, lì dove è stato ritenuto opportuno, si è proceduto alla demolizione di parte di pignatte degradate e distaccate e di parte di travetto anch’esso distaccato dalle armature.

Nelle immagini la differenza di gradazione di colore (alterazione campo termico), viene letta su una scala di temperatura, che è connessa alla presenza di umidità dell’elemento strutturale. Ciò comporta la corrosione delle armature del solaio, la formazione di ruggine (idrossido di ferro), l’aumento di volume dell’idrossido di ferro con espulsione del copriferro, ovvero della parte inferiore del travetto del solaio che trascina con se anche parti più o meno estese del fondello e parte delle pignatte.

La società NGT-TEST s.r.l. è di supporto ai tecnici per lo svolgimento della campagna di indagine più adatta al caso in esame al fine di individuare eventuali pericoli presenti sui solai, con lo scopo di garantire l’incolumità pubblica.